Open space come luogo di lavoro, quanto è produttivo? - Open Campus

Open space come luogo di lavoro, quanto è produttivo?

Blog

Stai pensando di scegliere un open space come luogo di lavoro, ma hai paura che possa influire negativamente sulla tua attività di freelance o da libero professionista? Noi di Open Campus, ti spiegheremo tutti i vantaggi e svantaggi degli spazi coworking.

Chiaramente quello che ti illustreremo dipenderà principalmente dalla tua attività lavorativa. In ogni caso al di là dell’ambito di tua appartenenza, nei luoghi comuni di lavoro potrai accedere anche ad eventi e corsi inerenti al tuo settore.

Lavorare in un open space: a chi conviene?

Molto spesso chi opta per un open space come luogo di lavoro, lo fa per sentirsi meno solo. Questi sono posti adatti a tutti coloro che hanno un’attività indipendente e che non hanno la necessità di avere un ufficio individuale.

Il gran numero di gente che frequenta i coworking sono liberi professionisti o freelance. A questo punto ti chiederai: quanto conviene? Ci sono regole comportamentali?

Qualche vantaggio per cui vale la pena provare:

Come convivere serenamente con i colleghi del coworking

Gli open space non sono affatto dannosi, ma solo se vengono rispettate le norme comportamentali imposte dall’azienda che mette a disposizione le sale e gli uffici. Bisognerà avere senso civico e il rispetto l’uno degli altri.

Un altro aspetto importante ma troppo spesso sottovalutato è la condivisione. In uno stesso spazio potrebbe essere utile e profittevole lo scambio di informazioni e pareri sull’attività lavorativa, senza aver paura di trasmettere “segreti” alla concorrenza.

Non è escluso che ci siano altre cose che non sai sul coworking, ma che dovresti sapere per evitare stress e pensieri negativi.

Quando è opportuno fare smart-working

Un open space può diventare il tuo luogo di lavoro fisso o occasionale. Essenzialmente dipende dagli impegni della tua giornata e dall’umore. Chi fa smart working ama la compagnia, anche perché ammettiamolo: chi vuol vivere in solitario?

A specificarlo è il professore Andrew Oswald appartenente alla Warwick University, secondo il quale dopo un attento studio avrebbe constatato che, nonostante a volte stare soli faccia bene, la compagnia regala più felicità e spensieratezza.

La stessa regola vige (più o meno) sui luoghi di lavoro open space. Se non ne hai mai provato uno, ti invitiamo a lavorare in una delle nostre sale. Ti interesserebbe?

Nessun risultato trovato.

Menu