Do IT: Insieme a UniCa e Lebanese University per l’Empowerment Femminile

News

“Do IT. Donne, Imprese e Tecnologie” è il progetto di cooperazione allo sviluppo sull’empowerment femminile nato dalla partnership fra il Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell’Università degli Studi di Cagliari e l’Università Pubblica Libanese al quale abbiamo aderito in qualità di partner.

Il progetto, partito a maggio, è un percorso di formazione sull’empowerment femminile rivolto a giovani donne libanesi – fortemente penalizzate nella ricerca del lavoro – che vogliono avviare un’attività di impresa, un percorso professionale o reinserirsi stabilmente nel mondo del lavoro.

Secondo il Global Gender Gap Report 2019 del World Economic Forum, il Libano è 145esimo paese su 153 analizzati per quanto riguarda la partecipazione femminile in ambito amministrativo e lavorativo. Un dato che rischia di aggravarsi a causa della crisi economico-sanitaria degli ultimi mesi che, come rilevato dall’ UN Women, ha portato il tasso di disoccupazione femminile al 26%, con un incremento rispetto al 2019 del +63%.

La questione occupazionale femminile si conferma un tema centrale della società contemporanea che non può più essere by-passato. La pandemia non ha fatto altro che allargare una disuguaglianza di genere già radicata nel mondo del lavoro. Anche in Libano quindi, le donne si devono scontrare con un gender gap economico, lavorativo e sociale che le ostacola nell’inserimento lavorativo così come nella conciliazione tra vita privata e professionale. Insomma, una mancanza di equità sociale e professionale che le limita, minandone prospettive e ambizioni.

A penalizzare ulteriormente le donne libanesi nel mercato del lavoro si aggiungono la mancanza di un quadro professionale e di un accesso alla formazione che impedisce loro di acquisire le competenze più richieste, soprattutto quelle legate all’innovazione e alla tecnologia.

“Do IT” interviene in questo senso, promuovendo l’acquisizione di soft skill e di competenze tecnologiche e d’impresa, in linea con le richieste del mercato. Lezioni, workshop e incontri affrontano tematiche di vario tipo che vanno dalla leadership femminile alla comunicazione efficace, passando per i social media e le nuove tecnologie, fino ad arrivare alle start-up e all’impresa al femminile.

Le protagoniste

Studentesse, giovani madri e laureate di un’età compresa fra i 20 e i 40 anni e con background culturali diversi. Vengono per lo più dal Libano, ma anche dalla Siria e dall’Arabia Saudita; hanno alle spalle studi accademici triennali e specialistici che spaziano dalle scienze sociali al business management. Tra loro, c’è chi aspira ad avviare un’attività d’impresa, un percorso da freelance o chi sogna una carriera dal respiro internazionale.

C’è Layal, studentessa magistrale in letteratura araba e madre di 4 figli, che non smette di formarsi per diventare una donna socialmente attiva e realizzata; Choura – fra le poche laureate in discipline STEM – aspirante docente universitaria di matematica; e infine Eliane, neolaureata in marketing che nonostante la giovane età ha già le idee chiarissime sul suo futuro: una carriera lavorativa di successo senza dover rinunciare a metter su famiglia.

Sono solo alcune delle 25 studentesse del progetto Do IT.

Donne con storie ed esperienze diverse, ma accomunate da un unico obiettivo: la volontà di raggiungere l’indipendenza economico-sociale, realizzarsi e costruirsi un futuro all’altezza delle proprie aspettative.

Il nostro ruolo

In Open Campus, da quando abbiamo mosso i primi passi, ci siamo impegnati per promuovere percorsi d’innovazione attraverso progetti, eventi e attività di formazione. Riteniamo che l’innovazione, però, per considerarsi tale non deve essere esclusivamente tecnologica ma anche culturale e sociale; perciò guardiamo con favore ad ogni iniziativa che sostiene il progresso, qualsiasi esso sia.

E se la digitalizzazione è un elemento imprescindibile per il progresso della nostra società, lo è altrettanto la questione di genere. Crediamo quindi che il digitale e l’uguaglianza di genere debbano andare di pari passo ed integrarsi per ambire ad una società più equa ed inclusiva.

Per questo abbiamo preso parte al progetto e, per l’occasione, svolgeremo due lezioni sui temi seguenti:

LinkedIn

Una lezione di approfondimento sulle tecniche e sugli strumenti utili per costruire e raccontare il proprio valore professionale attraverso il social più usato dal mondo corporate e dai recruiter.

Creazione d’impresa

Un focus didattico incentrato sui processi e gli step necessari a trasformare un’idea innovativa in un business reale.

Con il nostro contributo ci poniamo di l’obiettivo di sostenere le studentesse in questo percorso di formazione, affinchè anche un piccolo spunto di riflessione possa essere una motivazione in più per ognuna di loro.

empowerment femminile, open innovation

Altre news

Menu